Too Good To Go!

È sbarcata anche in Italia, per ora in Lombardia e a Torino, una iniziativa ideata in Danimarca nel 2015. Ecco come fare per scovare e acquistare, a prezzi scontatissimi, cibi e prodotti che altrimenti andrebbero buttati. L’applicazione consente a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di immettere in un circolo virtuoso e di proporre online a prezzi ribassati gli alimenti e le pietanze che altrimenti verrebbero gettati in pattumiera, perché deperibili, prossimi alla scadenza o con qualche difetto estetico. I clienti, spendendo relativamente poco, acquistano “al buio” rimanenze ed eccedenze: quella che comprano, a “scatola chiusa”,  è un sacchetto ecologico con un contenuto a sorpresa. Non ci sono spese extra, per i consumatori. Chi cede le pietanze  deve invece pagare agli intermediari dell’app una provvigione per ogni transazione. I vantaggi sono evidenti, per tutti. I negozianti e i ristoratori riducono o smaltiscono l’invenduto e recuperano un po’ di soldi, i cittadini comprano buon cibo a prezzo ribassato e compiono un’azione civile, l’ambiente ci guadagna.

Advertisement