Resta un gap di 2.700 euro tra uomini e donne

La differenza tra il trattamento economico di un uomo e una donna sul lavoro continua a essere rilevante. Secondo il Gender Gap Report 2019 realizzato dall'Osservatorio JobPricing con Spring Professional, a parità di lavoro con un collega uomo, in Italia è come se una donna cominciasse a guadagnare dalla seconda metà di febbraio, dal 2016 al 2018 la differenza retributiva è sì diminuita del 2,7%, ma resta comunque ampio il gap che è di 2.700 euro lordi pari al 10% in più a favore degli uomini. Questi valori ci posizionano al 17° posto su 24 paesi per ampiezza del Gender Pay Gap nel settore privato. In chiave prospettica, il rapporto sottolinea come il gap fra uomini e donne nel mercato del lavoro rischia di accrescersi per gli effetti di automazione e digitalizzazione dell'economia, da una parte la trasformazione digitale impatterà soprattutto occupazioni tradizionalmente appannaggio delle lavoratrici, dall'altra le donne sono ancora in ritardo per quanto concerne le competenze STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica), che sono quelle che offrono maggiori sbocchi in termini occupazionali. Rischia quindi di subire un contraccolpo quel processo di miglioramento che ha visto l'occupazione femminile crescere in Italia negli ultimi tempi.

 

Advertisement