Cos'è l'acufene pulsante?

L’acufene pulsante è un disturbo caratterizzato dalla percezione di un rumore ritmico e ha origine all’interno del corpo. È un tipo di acufene raro, che riguarda circa il 3% dei pazienti affetti da questo disturbo. L’acufene pulsante è causato da un cambiamento del flusso sanguigno dei vasi vicini all’orecchio, dovuto per esempio a un’ostruzione o a un eccessivo allargamento di un vaso, situazione che costringe i vasi vicini a un sovraccarico che genera rumore. Un’altra causa è la formazione di turbolenze all’interno del vaso. Se la parete interna del vaso è irregolare il flusso sanguigno sarà turbolento invece che regolare. L’acufene pulsante può rappresentare un campanello d’allarme per diverse patologie: fistole arterio-venose, angiomi, glomo timpano-giugulare, paraganglioma, stenosi carotidee importanti, ipertensione arteriosa, valvulopatie cardiache. L’acufene pulsante provoca la percezione in uno o entrambi gli orecchi di un rumore ritmico spesso sincrono con il battito cardiaco. Questo può essere facilmente verificato ascoltando il proprio battito con le dita sul collo o sul polso e ascoltando il proprio acufene. In alcuni casi la percezione continua di questo rumore può provocare cefalee e stati d’ansia anche molto intensi. In presenza di un acufene pulsante è importante rivolgersi al medico specialista audiologo o otorinolaringoiatra che presterà particolare attenzione all’esame del timpano attraverso una microotoscopia ed effettuerà una esplorazione manuale dei vasi del collo. Dopo aver proceduto agli esami di base audiometrico e impedenzometrico ascolterà con uno stetoscopio la zona intorno all’orecchio per valutare se si tratta di un acufene obiettivo (ascoltabile dall’esterno). Il medico valuterà se procedere poi ad ulteriori esami. 

Advertisement